Posts by: gallo

Scherzi da fare al telefono: il numero verde

 

1. Mentre state al telefono, premete dei numeri casuali dalla tastiera del telefono e chiedete al ragazzo/a di farla finita!
2. Dopo aver richiesto un ritiro, chiedete se potete pagare col bancomat.
3. Parlate usando il linguaggio dei CB.
4. Dite che dovete spedire un pacco molto grosso, e quando vi chiedono le dimensioni rispondete “grande cosi”, e quando replicano “come scusi”, continuate “così guardi”
5. Chiudete la chiamata con “si ricordi, non abbiamo mai avuto questa conversazione”
6. Dite al corriere che sull’altra linea c’è un altro corriere, ed effettuerete la spedizione con il miglior offerente.
7. Chiedete se effettuano spedizione nello stato del “gurdel”, e quando vi chiedono dove si trova dite “nel motera” e quando vi chiedono il continente rispondete “questo non lo sò..”
8. Rispondete alle loro domande con altre domande..”es. voglio fare una spedizione” e loro “dove?” e voi “dove posso spedire?” e loro “in tutto il mondo” e voi “anche nell’alaska?”
9. Chiedete se è possibile spedire un essere umano. Read More…

Leggenda natalizia

24 dicembre.
A Babbo Natale tutto quello che poteva andare storto, andava storto.
Le renne avevano avuto la dissenteria e avevano ridotto la stalla a un disastro, e aveva dovuto spalare cacca per tutta la notte.
Aveva caricato la slitta da solo perchè gli gnomi erano in sciopero, e aveva dovuto scaricarla perchè un pattino era rotto, aveva perso tutta la mattinata a ripararlo e si era anche tagliato malamente un pollice con l’ascia, e quelle maledette renne erano scappate e ci aveva messo una vita a recuperarle.
Metà dei giocattoli non erano arrivati, e quelli che gli avevano consegnato erano tutti della lista delle consegne dell’anno prima.
Gli elfi si erano ubriacati, e aveva dovuto cercarsi i doni giusti in magazzino da solo, e si era ammaccato il naso e un ginocchio quando gli si era rotta la scala.
Nel mettersi i pantaloni li aveva strappati perchè era ingrassato troppo, non c’era verso di trovare il cappello, aveva perso gli occhiali, aveva bruciore di stomaco e quando aveva cercato una birra in frigo l’aveva trovato rotto e comunque la birra era finita.
In quel momento bussa alla porta un Angelo con un albero di Natale e domanda: “Dove devo metterlo questo abete?”.

Ecco come è nata l’usanza di mettere l’Angelo sulla cima dell’albero di Natale.

Aspetta la tua ombra

400

La macchina intelligente

Un uomo ricchissimo compra una Fiat Stilo, l’auto più innovativa, lussuosa e tecnologica esistente. Paga uno sproposito, ma la macchina è bellissima.

Fatti pochi chilometri, decide di accendere la radio… ma non riesce neanche a trovarla. Il cruscotto, probabilmente progettato dalla NASA, contiene migliaia di dispositivi di tutti i tipi, ma nulla che somigli a un’autoradio. Incazzatissmo, torna dal concessionario:
Read More…

Fai come Maradona

409

Dolori al braccio

Un giorno un tale confida ad un amico:
“Ho un braccio che mi fa veramente male. Dovrei farmi vedere da un medico”. L’amico gli dice: “Non farlo. C’è un computer al drug-store che può diagnosticare qualsiasi cosa ed è molto più velocemente di un medico.

Semplicemente gli dai un campione delle tue urine, il computer diagnostica il tuo problema e ti dice che cosa devi fare. Costa solo 10$”.
Read More…

Sponsor alla Nasa

410

Animali vendicativi

A volte gli animali si vendicano dei loro carnefici. Può sicuramente testimoniarlo un cacciatore svedese, un certo Ulf Il back, che era andato a caccia col figlio. Quest’ultimo, Carl Johan, infatti ha abbattuto un’oca canadese che, cadendo da un centinaio di metri di altezza, ha colpito la testa del malcapitato genitore. Il cacciatore è così finito K.O. diventando a sua volta vittima e finendo all’ospedale. Ulf è rimasto per ben due giorni ricoverato per accertamenti e, una volta tornato a casa, ha dichiarato ad un giornale locale che sicuramente “l’oca aveva voluto consumare la sua vendetta”. Infine, pensando alle emicranie che lo hanno accompagnato per un lungo periodo, l’uomo ha detto che starà molto attento durante le future battute venatorie. “Anzi – ha confidato – considerato che fra poco apre la caccia all’alce, vedrò di andarci con la testa munita di un robusto casco”.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52  Scroll to top